#lettura

620,926 posts

L'Eternità • In • Un • Soffio . . «Ci sono forze più grandi di quanto noi possiamo immaginare: a volte solo uno sguardo, un abbraccio o un sorriso, possono riempire un cuore svuotato da qualcun altro.» . . . #libri #leius #leternitàinunsoffio #instalibri #fantasy #love #storylovers #romance #italianbook #instalibri #libridaleggere #librisuilibri #lettura #leggere #sottolombrello #librilibrilibri #romanzo #miti #esordienti #dueannidopo #bologna
È stato arrestato il 48enne che, attraverso WhatsApp, adescava bambine. Dopo aver creato il falso profilo di una bambina cattiva, Giulia, l’uomo fingeva di essere lui stesso una sua vittima, convincendo così le tre bambine, di età compresa tra 11 e 13 anni in tre, a dargli credito. Quindi ha abusato di loro. Il fatto è successo vicino a Milano, l’uomo – che da tempo soffre per problemi psicologici – utilizzava WhatsApp per adescare bambine: ora è stato arrestato grazie a un errore fatto a scuola, e alla prontezza di una alunna che ha saputo riferire a una insegnante quanto aveva visto su Instagram. Il 48enne, prima dell’arresto, viveva con gli anziani genitori in provincia di Lodi. Ora è in carcere a Milano, incensurato per aver attirato in casa le tre bambine, costringendole “a riti e atti sessuali anche tra di loro mentre lui realizzava filmati”, si legge in Ansa.it. Dalle prime indagini si sa che l’uomo è disoccupato ma che, pur avendo problemi psicologici, i vicini e i conoscenti gli vogliono bene. Avuto il primo numero di telefono di una bambina, è riuscito a entrare nel gruppo WhatsApp delle giovanissime apparendo nel profilo con il falso nome di “Giulia”. Fingeva di essere “una ragazzina, crudele e minacciosa“, scrive lastampa.it, soggiogando così le tre bambine che, pena la morte dei loro ‘genitori’, attraverso ‘Giulia’, la maga, dovevano sottostare a quanto lei richiedeva. “Giulia” – riferiscono le indagini – ordinava alle tre bambine di recarsi a casa del 48enne che per l’occasione indossava una nuova maschera, quella dell’essere pure lui vittima di “Giulia”. Quindi, filmando ogni cosa, obbligava le bambine ad atti sessuali con lui e anche tra di loro. La vicenda delle tre bambine è andata a avanti per tre anni. Un fortunato errore ha interrotto l’incubo delle bambine: “alcune foto hard di una delle tre sono finite per sbaglio su un profilo Instagram“, scrive lastampa.i: in tal modo, una ragazzina attenta ha riferito quanto venuto a conoscere a una insegnante, che – a sua volta – con la denuncia alla polizia ha fatto partire le indagini. Pare che i genitori non si fossero accorti di nulla.
È passato un po’ di tempo da quando un’azienda, nella fattispecie Sphero, tentò di dare una qualche forma di vita digitale ad un giocattolo di tipo fisico, e ne è trascorso ancor di più da quando molti degli attuali adulti hanno giocato alla macchinine in scala 1/64 di Hot Wheels, diventate con la loro vivace carcassa in nichel verniciato delle vere e proprie icone da collezione. Mattel, nelle scorse ore, in tandem con Apple che distribuirà il prodotto nei suoi Apple Store e su Apple.com, ha varato un’iniziativa, denominata “Hot Wheels Smart Track“, che riprende il primo filone, ottemperando all’effetto nostalgia garantito proprio dalle celebri macchinine in oggetto. Nello specifico, si tratta di una pista smart componibile, in cui le parti sono collegate tra loro via USB e via Bluetoothcon lo smartphone, nel quale è presente un’applicazione, inizialmente per iOS (da Luglio anche per Android ed Amazon), che fungerà da garage virtuale. Le macchinine, 7 al lancio iniziale, ma 51 in totale, con veicoli reali o di fantasia, vengono tracciate grazie al tag NFC di cui sono dotate, che si sincronizza o con quello dello smartphone, o con il lettore Race Portal. A quel punto, lanciate le auto in pista, sarà possibile tener conto digitalmente della distanza coperta, dei giri eseguiti, e della massima velocità raggiunta: via app, sarà possibile fissare delle gare virtuali, es. per il giro veloce o il raggiungimento di una data velocità su giro, ottenendo dei premi o bonus poi giocabili all’interno di un videogame (“Hot Wheels id”) accessibile appunto da smartphone, progettato da Studio Gobo, già nota per aver partecipato alla realizzazione del gioco interattivo Disney Infinity in cui le statuine di vari personaggi, tratte anche da Marvel e Star Wars, avevano ripercussioni nel mondo simulato. Hot Wheels Smart Track kit, comprensivo della pista e di due macchinine, costa 179.99 dollari, cui ne vanno aggiunti 6.99 per ogni auto aggiuntiva, e 39.99 dollari per il Race Portal: a partire da Settembre sarà disponibile all’acquisto anche nei comuni negozi di giocattoli.
Ogni lettore quando legge, legge se stesso. - Marcel Proust - #assorta #lettura #proust #liberalamente #libro #leggere
‼️ "Compriamo merda che non ci serve, con soldi che non abbiamo, per impressionare persone che non ci piacciono."
Franco Battiato, "L'animale"
Fabio Evangelisti ha presentato “I ragazzi dello Stradone” a Salotti d’autore.
Italo Calvino, "Le Cosmicomiche"
💠Carissimi lettori 😍 avete già scelto il libro che vi farà compagnia questa notte? No?! Beh, allora io vi consiglio "Labambina" di Mariella Mehr edito @fandangolibri 📚Per la recensione completa cliccate link in bio 😊 qui trovate solo un piccolo estratto 😘 . L’espressionismo crudo dell’autrice, Mariella Mehr, si presenta come una denuncia sulla lancinante verità subita, sulle persone distrutte tra bene e male, è accecata dal dolore, l’autrice, poiché il passato è vivo dentro di lei e spesso è lacerante dentro il suo presente, che si proietta verso il futuro.Un dolore implacabile che si porta dietro, come un fardello attraverso la bambina ferita e perseguitata, un dolore prolungatosi nel tempo, contro cui l’autrice vorrebbe combattere per annientarlo, per sopprimere le angherie subite durante la sua infanzia, le violenze carnali del padre affidatario e le violenze psicologiche della madre affidataria, gli elettroshock, i numerosi traumi che l’hanno segnata in quegli anni e che l’hanno portata quasi alla follia. Vorrebbe cancellare il dolore straziante e privo di confini che è stata costretta ad affrontare, nell’età adolescenziale, quando tutti gli altri bambini dispongono di amore familiare, spensieratezza e felicità. Con lucidità e fermezza la Mehr affronta argomenti intoccabili: la violenza carnale, la violenza psicologica, le testimonianze di episodi terribili e raccapriccianti. Occorre una lettura attenta ed oculata per mettere bene a fuoco lo stile scabro, cruento e duro dell’autrice nell’analizzare il focus della narrazione ovvero la violenza, protagonista assoluta, subita ed usata da “Labambina”, come arma per potersi difendere dagli attacchi altrui. Procedendo la lettura del romanzo si evince che, la memoria risulta preziosa, è come una nicchia spazio-temporale, nella quale, passato, presente e nuova vita, devono farsi spazio, perché ciò che è stato non accada mai più e affinché si tenga bene a monito una testimonianza di tale scelleratezza, per non dimenticare, come dice giustamente la Mehr :“I vivi devono ricordare". Colgo l'occasione per ringraziare la @fandangolibri per l'omaggio graditissimo e per la collaborazione intrapresa. Buona lettura 😘
Non siamo ancora pronti per questo e non lo saremo mai. Solo non ora, non adesso. Abbiamo ancora bisogno delle sue parole, del suo pensiero e della sua scrittura. "Un ci scassari i cabbasisi". Un forte abbraccio.
Per un altro noto programma televisivo in onda sui canali di SKY e condotto, almeno fino alla scorsa edizione, sempre da Lodovica Comello, ovvero Italia's Got Talent, le selezioni sono iniziate da tempo. Le prossime si terranno a Rimini il 29 e il 30 giugno, presso il Palacongressi (Via della Fiera, 23). Gli interessati a presentare la propria candidatura possono compilare l'apposito form online presente sul sito del programma, alla sezione casting, o far riferimento al seguente numero telefonico: 02/45508888. Per ulteriori indicazioni e dettagli consigliamo di visionare previamente anche la pagina ufficiale Facebook del programma.
"Non so bene cosa avevano risvegliato i disgraziati nel tempio, ma qualsiasi cosa fosse, era sulle mie tracce." . Il demone di Ninive Fantasy - Racconto lungo La caccia a tre tavole magiche è aperta quando antichi demoni sumeri vengono risvegliati durante la distruzione del tempio di Ninive. A Roma, un giovane musicista e la dea Inanna affronteranno insieme la minaccia del demone Asag. Nella Roma di oggi, il giovane musicista Tomas, sfortunato sul palco come in amore, riceve dallo zio archeologo tre antiche tavole d'argilla dedicate alla dea Inanna trafugate dal tempio di Ninive. Dopo la morte misteriosa dello zio, leggendone il diario Tomas scopre come la distruzione del tempio per mano dei terroristi islamici ha risvegliato un nugolo di antichi demoni sumeri, i quali danno la caccia alle tre tavole d'argilla, fonti di potere. Hanno già inseguito e tormentato l'archeologo durante il suo pauroso ritorno a Roma, e la stessa sorte atroce sembra dover toccare a lui. La dea Inanna, che in Italia è famosa come modella con il nome di Isa Tar, si presenta da Tomas per prendere le tavolette e conduce lui e la sua amica Abbey, inglesina dalla lingua svelta, verso lo scontro con l'orribile demone Asag. Toni umoristici si mescolano all'avventura e alla magia in un racconto dal respiro moderno. . Link generale: https://delos.digital/9788825408423/il-demone-di-ninive . Soundtrack: #BloodyHammers . . . . . . . . . . . . . . #librilibrilibri #consiglio #daleggere #racconto #ebook #horroritaliano #fantasyitaliano #editoria #scrittore #leggere #letteratura #rock #lettura #instalibri #lettrici #lettori   #bookstagramitalia #libri #libridaleggere
Questo libro lo ha scelto mia figlia per me (tra i thriller, perché sa che cercavo quelli) perché la copertina le dava serenità. Questo ci insegna che non bisogna MAi fermarsi alla "copertina". Io sono a pag 97. L'angoscia che riesce a trasmettere questo thriller è INEGUAGLIABILE. Finiti sti 4 gialli, io passo ai romanzi d'amore. Ve lo dico. Ma proprio harmony (è così che si chiamano?) Quella roba li. #libridaleggere #libri #lettura #thriller #libriangoscianti #latuaultimabugia
Il Play Store di Android non ha certo la fama di un fortilizio digitale inviolabile, ed i continui alert emersi nel corso del tempo, a proposito di app truffaldine passate inermi sotto le forche caudine dei controlli googleiani, non fanno che confermarlo ogni giorno: l’ultimo allarme, risalente a qualche giorno fa, mette in guardia gli utilizzatori, sempre più diffusi, delle criptomonete (tra cui presto figurerà anche quella di Facebook), sottoposti ad un attacco di tipo phishing. Come noto, uno dei sistemi più sicuri per cautelarsi dagli hacker consiste nel proteggere i propri account con l’autenticazione a due fattori che richiede, per recuperare l’accesso ad un account o profilo, di ricevere via SMS o mail un codice usa&getta, solitamente di 6 cifre, col quale confermare la propria identità. Ne consegue che, ipso facto, solo il proprietario di un device associato all’app da ripristinare (o chi abbia immediato accesso fisico allo stesso) potrà completare la procedura in questione, escludendo di fatto gli hacker che operano da remoto. La recente truffa, scoperta dai ricercatori della security house slovacca Eset, realizzatrice dell’antivirus Nod32, colpisce gli utenti che ricorrono alla criptocoin di origine turca “BtcTurk”, e mette in crisi proprio il summenzionato meccanismo di sicurezza con alcune applicazioni, fintamente originali e legittime che, una volta installate, captano l’OTP, il codice monouso che viene ricevuto nel caso specifico via mail (di cui le app si guadagnano l’accesso via autorizzazione): in tal modo, i criminali 2.0 acquisiscono le credenziali di accesso ai portafogli virtuali delle vittime, svuotandoli, con conseguente difficoltà a essere rintracciati. Secondo quanto svelato dagli esperti di sicurezza, tutto sarebbe iniziato il 7 Giugno scorso, con l’applicazione denominata, come il suo sviluppatore, “BTCTurk Pro Beta”: quest’ultima, una volta scovata, è stata subito segnalata a Google per la rimozione che, però, è avvenuta solo dopo che 50 users del Play Store l’avevano scaricata e installata.
load more posts